top of page

Accostandoci con piena fiducia al Trono della Grazia!

Aggiornamento: 3 nov 2021


Un saluto in Cristo Gesù alla chiesa dell’Iddio Vivente. Sono il fratello Gino Carbone e mi piacerebbe portarvi la mia testimonianza, quest’oggi, per rendere gloria al Signore.


Da molti anni soffrivo di extrasistole, una forma di aritmia caratterizzata da impulsi di contrazione cardiaca anormali. In parole più semplici, è un’alterazione del normale ritmo del battito cardiaco. A causa di questa patologia ero sovente soggetto anche a giramenti di testa poichè il flusso sanguigno non circolava correttamente.


La domenica del 20 giugno 2021 il nostro caro fratello Roberto Marino ha portato il messaggio il cui titolo è “La visione e la natura di Dio”. Al termine della predicazione il Pastore Aldo Carbone è salito sul pulpito per guidare la lode e la preghiera.


Nel momento in cui iniziò il canto della corale, il Pastore, stando davanti alla Presenza del Signore, sentì una grande pressione nella sala e percepì delle influenze negative molto forti che opprimevano il popolo di Dio. Mosso dallo Spirito Santo che voleva agire in favore dei Suoi figli, lottò duramente nello spirito per liberare l’atmosfera da quelle entità.


Percepiva la Misericordia di Dio che voleva portare guarigione nel fisico e nella mente dei Suoi figli, per liberarli da ogni influenza negativa che li tormentava.


Guidato, quindi, dallo Spirito Santo, il pastore Aldo, invitò i fratelli a rimanere in comunione alla presenza del Signore. Disse che la chiave della guarigione è il ravvedimento, tuttavia, molte volte, l’uomo non sa come fare a ravvedersi.

Spiegò che ciò che convince in un istante di peccato è la Presenza di Dio. Il Signore ti mostra la tua vita, ti mette il collirio, ti da la visione. Noi, da soli, non siamo capaci di farlo, non riusciamo a vedere l’errore. E’ l'illuminazione divina che ci mostra noi stessi, i nostri errori e il pericolo di quegli errori! Ma ci fa anche percepire l’amore di Dio, la Sua purezza, la Sua bontà, la Sua giustizia.

Tutto avviene in un istante, in una visione e acquisisci consapevolezza. La Presenza dello Spirito, quindi, ti porta al ravvedimento.

Ci disse anche che, molte volte, quello che si percepisce è più di quello che si ascolta, perchè arriva direttamente all’anima e che la Presenza di Dio è un messaggio che apre una dimensione che solo Egli può aprire, dandoci così la giusta consapevolezza. Ci comunicò che sentiva che il Signore stava parlando ai nostri cuori e che dove c’è ravvedimento c’è guarigione e liberazione, poichè la Sua Presenza guarisce!

A quel punto, con rivelazione e autorità, iniziò la preghiera e disse: “mettete una mano dove c’è il male e l’altra alzatela alla Sua Presenza. Il vostro cuore, la mente, l’anima e tutto il vostro essere stia alla Sua Presenza”.

In quel momento misi la mia mano sul cuore e l’altra la alzai davanti al Signore e poi, con autorità che proviene da Dio, il pastore pronunciò: “Ora, in questo istante, ricevete guarigione, un cambiamento interiore. Che ogni spirito di infermità lasci adesso il popolo di Dio. Dove c’è la paura venga il coraggio, dove c’è la debolezza venga la forza, dove c’è l’incertezza venga la sicurezza. Che il Tuo spirito Padre possa riempire il tuo popolo. Lo spirito di Dio vi tocchi e che ogni forza demoniaca sia indebolita, che ogni efficacia del male sia ora annientata nel nome di Gesù!”.

La Sua potenza di guarigione fu avvertita in tutta la sala e raggiunse anche i fratelli collegati tramite internet. L’atmosfera cambiò e il popolo era unito in un medesimo sentimento. Una profonda serenità e pace scese su di me, ero consapevole che il Signore aveva operato potentemente in mezzo a noi e percepii la Sua Natura, la Sua benedizione, il Suo Amore.

Sentivo che la preghiera rivelata del Pastore, unita alla mia fede, aveva mosso la Mano di Dio ad agire benevolmente in mio favore.

Il martedì successivo mi recai dal cardiologo per l’esame ecocardiografico e domandai al medico come fosse andato l’esame. Con grande stupore, mi disse che non avevo avuto neanche un extrasistole e che, esaminando i battiti del cuore, ogni cosa è stata trovata perfetta, come è perfetto Dio in ogni Sua opera.

La Mano del Signore non si è accorciata per benedire e liberare il Suo Popolo. Ringrazio e lodo Dio per questa opera di guarigione avvenuta nella mia vita.

Dio vi benedica.






Immagine presa dal web.

236 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page